Cosa metto in valigia?

La valigia è rimasta aperta, vuota, sul pavimento di camera mia per circa 3 giorni. Come faccio a mettere sei mesi di vita in una valigia da 30kg massimo? Saper “viaggiare leggeri” non è mai stata cosa facile per me ed anzi mi son sempre trovata ad aggiungere scarpe o vestiti all’ultimo, in preda al panico di non avere abbastanza.

Questa volta però è diverso, devo far stare in un unico bagaglio due stagioni e la soluzione “butto l’intero armadio in valigia” sembra non poter funzionare. Così mi sono messa seduta sul divano a cercare video su come salvare spazio, come farci stare tutto piegando i vestiti nei più ingegnosi modi: arrotolati, appallottolati a sushi, incastrati l’uno nell’altro, compressi con l’aria e altri vari metodi brevettati da casalinghe improvvisate youtuber. Ho sprecato un intero pomeriggio per poi rendermi conto che l’unico metodo valido è quello delle liste.

Ecco come fare: prendere carta e penna (o se, come me, avete amiche che vi conoscono abbastanza bene da regalarvi un’agenda con annessa “packing list”, prendere quella); fare un respiro profondo e scrivere SOLO le cose fondamentali che vi serviranno, partendo da quelle senza le quali non potrete entrare in suolo Australiano, fino ad arrivare a quelle senza le quali non riuscireste a sopravvivere più di due giorni.

Sicuramente la prima lista deve includere:

          Passaporto in corso di validità. Se già ne possedete uno e vi accorgete che scadrà mentre ancora sarete in Australia, il consiglio è quello di rinnovarlo prima della partenza per evitare qualsiasi intoppo.

           Copia stampata del visto. Nel mio caso partirò con un Working Holiday Visa (subclass 417) che mi permetterà di vivere e lavorare in Australia per un periodo di un anno. Il visto è rinnovabile per un secondo anno ma solo dopo aver certificato 88 giorni di lavoro in zone rurali del paese.

È possibile richiedere il visto sul sito del governo australiano https://www.border.gov.au/Trav/Visa-1/417-, dove troverete anche maggiori informazioni a riguardo.

Se non conoscete bene l’inglese o avete paura di fare errori, si trovano su Youtube video tutorial che spiegano passo passo come compilare l’application; per esempio io ho trovato molto utile il video di “in Viaggio col Tubo” che trovate al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=KX75DZeDvbc&index=4&list=PL6tG2K9Lfgu3aejiPB_cJsWfIxYWtVSBZ

        Patente italiana e patente internazionale di guida, documento ovviamente superfluo per chi non ha intenzione di guidare su suolo australiano. Ho chiesto in una scuola guida di ottenere la patente internazionale, il prezzo è di circa 70 euro ma sbrigheranno loro tutte le pratiche e a voi non resta che andare a ritirare la patente una volta pronta.

           Tessera sanitaria. È importante non dimenticarla a casa perché vi servirà per richiedere l’assicurazione medica gratuita, la Medicare, ottenibile grazie a un accordo tra Australia e Italia e che vi coprirà per i primi 6 mesi di permanenza.

La seconda lista varia invece a seconda delle esigenze e stili di vita di ciascuno, nella mia non ho potuto fare a meno di includere:

          Regali per la famiglia ospitante. Non è obbligatorio, ma è sempre carino presentarsi con un piccolo pensiero per la famiglia e i bimbi. A tal proposito è importante ricordare che portare cibi è sconsigliato in quanto all’aeroporto di destinazione sono parecchio rigidi con i controlli. Ho puntato su un fotolibro della regione in cui vivo, così da poter mostrare il luogo da cui provengo.

           Medicine. Ovviamente le troverete anche in Australia, ma ho preferito portare via quelle per me indispensabili o per le quali serve una prescrizione medica.

           Beauty case, compreso di creme, trucchi, lenti a contatto, spazzola e piastra. Sono una beauty addicted, non c’è molto da aggiungere.

           Libro di ricette. Regalo di un’amica premurosa che sa quanto ne avrò bisogno più di tutto il resto.

           Fotocamera, computer e ovviamente un adattatore internazionale, che trovate in qualsiasi negozio di elettronica.

 A tutto ciò ho aggiunto qualche vestito, in particolare per la stagione estiva, dato che le stagioni sono invertite rispetto a noi e a Gennaio in Australia è ancora piena estate.  

Riassumendo, il motto che ho cercato di tenere a mente è stato quello di portare lo stretto necessario, per quanto possibile, il resto sarà solo una scusa per fare una delle attività in cui invece sono bravissima: shopping 😉

 

3 opinioni riguardo a “Cosa metto in valigia?

  1. in 30 kg di valigia potrei metterci tutta la mia vita….il che in realta’ non so se e’ un bene o un male…
    “Sempre Avanti” piccola mia.

  2. Cara Stefania ti auguro di divertirti e di far tuo tutto quello che vedrai così lontano da casa. Sei una ragazza molto in gamba e sicuramente farai grandi cose nella tua vita. Un abbraccio. Adriana

    1. Ciao Adriana, mi fa piacere che tu abbia letto il post e ti ringrazio per il bellissimo augurio. Cercherò di sfruttare al meglio tutte le occasioni che mi si presenteranno, in questo viaggio e non solo. Un abbraccio e un saluto a tutti voi 🙂

Rispondi